Spunti di degustazione

A CENA CON DONNA ORGILLA

DiVini lettori, pochi giorni fa sono stata a cena a casa di amici e non potevo non presentami con una bottiglia di vino.

Così porto con me Donna Orgilla DOCG Offida Pecorino, vino biologico ottenuto dall’azienda agricola Fiorano, nata nel 1997 e subito certificata biologica, che con i suoi 16 ettari ci regala vini meravigliosi proprio come quello degustato.

Paolo e Paola, i titolari, fanno si che avvenga una fermentazione spontanea, svolta dai lieviti indigeni presenti sulle uve, e che poi il nostro vino riposi per sei mesi a contatto con le fecce fini in modo da arricchirlo con maggiore complessità e struttura.

Donna Orgilla proviene dal vigneto Sacrì, un unico appezzamento di circa 1,2 ettari che poggia su un terreno argilloso ed è coltivato solo con Pecorino, vitigno autoctono marchigiano.

L’impatto visivo è notevole, il colore è un meraviglioso giallo dorato, con una brillantezza unica ed una buona consistenza.

Il naso risulta assolutamente complesso ed elegante. Durante la prima olfazione ne restiamo tutti colpiti poiché ha delle note idrocarburiche che ricordano il Riesling. Ha una mineralità incredibile e poi iniziamo ad avvertire sentori di frutta a polpa gialla matura così come di fiori gialli per poi passare ad una nota biscottata e mandorlata. Non posso dire altro che questo: che naso pazzesco!

In bocca non delude le aspettative e si presenta pieno, di corpo, con un bellissimo equilibrio tra acidità e morbidezza. Anche dopo che si è scaldato un pochino nel bicchiere mantiene un’armonia notevole.

La mia amica, che è vegetariana, ci aveva preparato un vero e proprio banchetto di prelibatezze dell’orto: hummus di fagioli cannellini da mangiare con cruditè di verdure, frittata alle erbe, pappa al pomodoro (piatto tipico toscano), olive speziate, focaccia ed acciuga con pomodori secchi. Il vino si sposava magnificamente. Che goduria!

Questa bottiglia mi era stata regalata dal mitico Paolo in occasione di un Mercato dei Vini a Piacenza, ma online la trovate a 13,5 euro (https://www.callmewine.com/pecorino-donna-orgilla-fiorano-2017-P14925.htm).

DiVini lettori, che il cavatappi sia con voi!

Antonella

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *